La torta di mele è un grandissimo classico amato un po’ da tutti, in casa mia si è sempre fatto la crostata di mele che amo particolarmente! La torta di mele è un dolce semplice, veloce e genuino.

Per questa Pasqua 2021 ho deciso di fare per la prima volta la torta di mele soffice,  ho scelto una ricetta classica sia con burro e latte (almeno durante le festività me la godo). In rete ho trovato tantissime ricette di ogni tipo con ogni variante possibile, dopo una bella ricerca ho trovato la ricetta di Benedetta Rossi che trovo sia la più facile e veloce.

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 50 ml di latte
  • 60 gr di burro
  • 300 gr di farina
  • 1 bustina (16 gr) di lievito per dolci
  • 2 mele grandi

Procedimento:

  1. Per prima cosa rompiamo le 3 uova in una ciotola e iniziamo a mescolare con l’aiuto delle fruste elettriche. Aggiungiamo poi, sempre mescolando lo zucchero, il latte e il burro sciolto, versiamo un po’ alla volta la farina e il lievito per dolci precedentemente setacciati, amalgamiamo fino ad ottenere un impasto senza grumi.
  2. Prepariamo le due mele grandi, sbucciamo mezza mela e la tagliamo in pezzettini, la mescoliamo all’impasto con un cucchiaio di legno. Useremo il resto delle mele per la decorazione.
  3. Prepariamo una teglia da forno, io ne ho utilizzata una da 22 cm di diametro, ben unta e infarinata e versiamo l’impasto.  Sbucciamo e tagliamo il restante delle mele a fettine sottili. decoriamo la torta sistemando gli spicchi sulla superfice della torta. Cospargiamo sulla superfice della torta un pochino di zucchero.
  4. Portiamo la torta a cuocere in forno statico preriscaldato a 180° C per 45 minuti circa oppure in forno ventilato, preriscaldato a 170° C sempre per 45 minuti circa.

Che dire, una torta buona e veloce! voi siete per il team crostata o torta soffice?

Se vi dico Billie Eilish, cos’è la prima cosa che vi viene in mente?  ho avuto occasione di vedere il suo documentario (Billie Eilish: The World’s a Little Blurry) su Apple TV+,  premetto che non sono mai stata un’ascoltatrice accanita della sua musica ma ci sono delle sue canzoni che mi hanno letteralmente rapita.

Per che non sapesse chi sia questa ragazza è una cantautrice diventata famosa nel 2016 dopo aver pubblicato in rete Ocean Eyes, questa canone è diventata subito virale su Spotify. Tornando al documentario, trovo che parli e spieghi benissimo l’evoluzione di crescita di Billie sia come giovane donna che come cantante famosa; nel 2016 aveva solamente 15 anni e in breve tempo si è trovata travolta in un turbine di emozioni e avvenimenti, un’avventura che condivide insieme al fratello Finneas.

In poco tempo è diventata una delle artiste ad aver maggior successo nel XXI secolo e tra i più premiati nel panorama musicale; nell’ambito dei Grammy Awards 2020 ottenne sei diverse candidature e si aggiudicata cinque statuette (di cui quattro nelle categorie principali: album dell’anno, registrazione dell’anno, canzone dell’anno e miglior artista esordiente). Così facendo è diventa la più giovane cantante di sempre e la prima artista donna in assoluto a riuscire nell’impresa in un’unica notte.

Vi consiglio vivamente di guardarlo, questo tipo di documentario ti fa capire cosa ci sta dietro all’evoluzione personale e artistica della persona, è una giovane donna che con la sua musica tocca dei temi molto importanti che riguardano moltissimi  giovani e adulti.

.

 

 

 

La notte degli Oscar credo sia la serata più magica di tutto l’anno, un concentrato di emozione, glamour e cinema. La 93ª edizione dei premi Oscar si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles  il 25 aprile 2021, due mesi dopo rispetto a quanto originariamente previsto, a causa della pandemia da COVID 19.

Nella storia degli Oscar  è la quarta volta che si verifica un posticipo, la prima avvenne nel 1938 a causa di un’inondazione violenta a Los Angeles e le due successive seguirono l’assassinio di Martin Luther King Jr. nel 1968 e il tentato assassinio del presidente Ronald Reagan nel 1981.

Ecco l’elenco di tutte le nomination:

Miglior film
The Father
Judas and the Black Messiah
Mank
Minari
Nomadland
Una donna promettente
Sound of Metal
Il processo ai Chicago 7

Miglior regia
Thomas Vinterberg, Un altro giro
David Fincher, Mank
Lee Isac Chung, Minari
Chloe Zhao, Nomadland
Emerald Fennel, Una donna promettente

Miglior attrice protagonista
Viola Davis, Ma Rainey’s Black Bottom
Andra Day, The United States vs. Billie Holiday
Vanessa Kirby, Pieces of a Woman
Frances McDormand, Nomadland
Carey Mulligan, Una donna promettente

Miglior attore protagonista
Riz Ahmed, Sound of Metal
Chadwick Boseman, Ma Rainey’s Black Bottom
Anthony Hopkins, The Father
Gary Oldman, Mank
Steven Yeun, Minari

Migliore attrice non protagonista
Maria Bakalova, Borat – Seguito di film cinema
Glenn Close, Elegia americana
Olivia Colman, The Father
Amanda Seyfried, Mank
Yuh-Jung Youn, Minari

Miglior attore non protagonista
Sacha Baron Cohen, Il processo ai Chicago 7
Daniel Kaluuya, Judas and the Black Messiah
Leslie Odom, Jr., Quella notte a Miami…
Paul Raci, Sound of Metal
Lakeith Stanfield, Judas and the Black Messiah

Miglior film in lingua non inglese
Un altro giro, Danimarca
Better Days, Hong Kong
Collective, Romania
The Man Who Sold His Skin, Tunisia
Quo Vadis, Aida?, Bosnia ed Erzegovina

Miglior fotografia
Judas and the Black Messiah
Mank
Notizie dal mondo
Nomadland
Il processo ai Chicago 7

Miglior sceneggiatura originale
Judas and the Black Messiah
Minari
Una donna promettente
Sound of Metal
Il processo ai Chicago 7

Miglior sceneggiatura non originale
Borat – Seguito di film cinema
The Father
Nomadland
Quella notte a Miami…
La tigre bianca

Miglior film di animazione
Onward
Over the Moon – Il fantastico mondo di Lunaria
Shaun, vita da pecora: Farmageddon
Soul
Wolfwalkers – Il popolo dei lupi

Miglior documentario
Collective
Crip Camp – Disabilità rivoluzionarie
The Mole Agent
My Octopus Teacher
Time

Miglior cortometraggio documentario
Colette
A Concerto Is A Conversation
Do Not Split
Hunger Ward
A Love Song for Latasha

Miglior cortometraggio animato
Burrow
Genius Loci
Se succede qualcosa, vi voglio bene
Opera

Yes-People

Miglior cortometraggio
Feeling Through
The Letter Room
The Present
Two Distant Strangers
White Eye

Migliore colonna sonora
Da 5 Bloods – Come fratelli
Mank
Minari
Notizie dal mondo
Soul

Migliore canzone originale
“Fight for You” – Judas and the Black Messiah
“Hear My Voice – Il processo ai Chicago 7
“Husavik” – Eurovision Song Contest – La storia dei Fire Saga
“Io sì (Seen)” – La vita davanti a sé
“Speak Now” – Quella notte a Miami…

Migliori effetti speciali (“visual effects”)
Love and Monsters
The Midnight Sky
Mulan
L’unico e insuperabile Ivan
Tenet

Migliori trucco e acconciature
Emma.
Elegia americana
Ma Rainey’s Black Bottom

Mank
Pinocchio

Migliore scenografia
The Father
Ma Rainey’s Black Bottom
Mank
Notizie dal mondo
Tenet

Migliori costumi
Emma.
Ma Rainey’s Black Bottom
Mank
Mulan
Pinocchio

Miglior montaggio
The Father
Nomadland
Una donna promettente
Sound of Metal

Il processo ai Chicago 7

Miglior sonoro
Greyhound – Il nemico invisibile
Mank
Notizie dal mondo
Soul
Sound of Metal

La voglia di viaggiare e scoprire il mondo ha sempre fatto parte di me, ho avuto la fortuna di incontrare molto tempo fa una persona con cui condividere questa mia grande passione. In questi ultimi anni ho avuto la fortuna di viaggiare spesso e scoprire l’Europa: Barcellona, Parigi, Lisbona, Malaga, Londra, Santorini, Rodi… Per questo 2020 mi ero prefissata IL VIAGGIO, NEW YORK! Primo viaggio fuori dall’Europa per visitare la città che ha rapito il mio cuore molti anni fa. Per cause che tutti voi conoscete bene, questo viaggio è rimandato a data da definirsi… quando capiterà assaporerò ogni singolo momento ancora di piu’!

Per questa estate 2020 io e il mio compagno abbiamo deciso (vista la situazione) di trascorrere le nostre vacanze in Italia, piu precisamente in Sardegna. Ci siamo sempre voluti andare e che dire ci torneremo sicuramente!

Siamo partiti a Luglio e abbiamo alloggiato a Budoni (mezzora dall’aeroporto di Olbia) e abbiamo girato (sempre in sicurezza) le spiagge di: Cala Brandichi, lu impostu, capo coda cavallo (una meraviglia della natura), e la cinta. Una terra meravigliosa che offre veramente tanto, ottimo cibo, mare cristallino, e persone del posto molto cordiali e gentili.

Una vacanza sicuramente diversa dal solito ma è stata di puro relax!

Ingredienti:

  • 125 gr di yogurt magro
  • 80 gr di zucchero semolato
  • 130 gr di fare 00
  • 2 uova medie fresche
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 20 gr di gocciole di cioccolato extra fondente

Procedimento:

  1. Versare farina, uova, zucchero e olio in una terrina e lavorare con una forchetta velocemente finché non ci siano grumi ed otterrete un impasto omogeneo.
  1. Prendete una ciotola capiente che possa contenere lo yogurt e la schiuma che farà. Versate lo yogurt nella ciotola e aggiungete velocemente l’intera bustina di lievito. Mescolate con un cucchiaino affinché si possa incorporare bene tutto il lievito e togliete subito il cucchiaino come per magia vi accorgerete che lo yogurt si monterà a neve superando più del doppio il suo volume.
  1. Attendete qualche secondo che lo yogurt si monti del tutto e versatelo nella ciotola con l’impasto iniziale. Mescolate delicatamente dall’alto verso il basso incorporando lo yogurt senza smontare il tutto, è importante non mescolare troppo.
  1. Mentre mescolate delicatamente aggiungete le gocce di cioccolato extra-fondente e incorporatele con molta delicatezza.
  2. Foderate la teglia per muffin con gli stampini di carta. Accendete il forno a 180° e fatelo riscaldare bene. Versate il composto per metà della loro altezza se volete potete aggiungere ancora delle gocce di cioccolato.
  1. Infornate per 20-25 minuti senza aprire il forno, prima di tirar via dal forno le tortine fate una prova spaghetto. Lasciar intiepidire prima di consumarle e… BUON APPETITO!

Eccomi tornata, dopo quasi un anno di silenzio sono nuovamente operativa con un blog tutto nuovo, sono molto emozionata nel tornare online con un sito fresco e dinamico.

Si parlerà ovviamente di moda, viaggi e lifestyle; ho aggiunto anche una sezione che sarà dedicata alla pasticceria, ho sempre amato fare dolci e durante il lockdown ho potuto sperimentare ricette particolari e leggere (senza burro o senza latte). Ho fatto dei cambiamenti alimentari che mi hanno aiutato molto e tra questi, ho diminuito drasticamente i latticini.

Si parlerà di cinema e serie Tv ma anche di design d’interni, arte e molto altro. Il 2020 è stato ed è tutt’ora un anno assurdo e molto difficile sotto molti aspetti, la positività dobbiamo tenercela molto stretta.

Vi abbraccio

E’ giusto seguire le tendenze? le mode? beh io sono dell’idea che bisogna indossare cio che ci fa sentire bene con noi stesse e con il mondo. Ovviamente mi piace informarmi sulle nuove mode non lo nego ma non ne faccio un’ossessione. Oggi vi voglio parlare o meglio mostrare cosa prediligo come smalti nel periodo autunno/inverno.

2f4f85f77020ef14a259084d3980642d           a9e79f78538cbcf020339df23f8558c4      4d4ec68cc9256faffb5dc29b8faadb27

Prediligo i colori scuri (che novità) e le unghie devono essere corte e leggermente squadrate;  passo dal colore nero, viola scuro, il classico color ciliegia e ovviamente non può’ mancare il rosso che è un colore che va per tutte le stagioni.

Parliamo di tendenze? allora nelle passerelle si sono viste unghie decorate con le perle, Antonio Marras ha usato una singola perla nera su ogni unghia per creare il disegno della mezzaluna su base neutra. Oppure Moschino, ha optato per le unghie a forma di mandorla che sono  state impreziosite ma macchie d’oro, argento, oro rosa e glietter blu.

E voi? che tipo di manicure preferite?

 

 

 

 

 

 

 

Buonasera a tutti,

Da quando ho aperto questo blog ho sempre parlato di moda e viaggi ma non sapete che ho un’altra grande passione: il cinema e le serie TV. Nel corso degli anni ne ho seguite tantissime e di genere diverso,  se devo fare una top 10 delle migliori serie TV, Downton Abbey sicuramente entra nelle prime 3.

Location meravigliose, abiti spettacolari e storie pazzesche ma parla anche di come la donna si è presa le sue rivincite su temi come guidare la macchina, il voto oppure semplicemente di poter indossare i pantaloni. L’ultima puntata è andata in onda il 25 Dicembre del 2015… hanno vinto premi su premi e per anni si è speculato di un possibile film… e finalmente il 24 Ottobre 2019 è uscito ben 4 anni dopo dando un finale ad ogni personaggio.

Il cast vanta la partecipazione di Maggie Smith e solo per questo vale la pena di vedere tutte le 6 stagioni!

Vi piacerebbe se parlassi dei film o delle serie TV che seguo?

FF14-Downton-Abbey-recensione-del-film-cinematographe

Il 23 Settembre su Amzon Prime Video è uscita una serie TV di 8 episodi tutta italiana, Made in Italy. Appena ho letto la trama ho iniziato con la prima puntata e le restanti 7 le ho finite in 2 giorni.

Anni 70, Milano, giornale di moda, amicizia, passione e indipendenza femminile tutti gli ingredienti perfetti per una serie Tv da far vedere alle nuove generazioni. Segue le vicende di Irene Mastrangelo che dopo aver rifiutato un voto all’università cerca un lavoro per potersi pagare gli studi e finisce ad Appeal (un giornale di moda) come stagista e da li parte tutta la sua avvenuta come donna e come lavoratrice che negli anni 70 le donne piano piano stavano prendendo tutto ciò che si meritavano!

Molti potranno pensare che sia la brutta copia del Diavolo veste Prada ma fidatevi sono due cose molto diverse, per noi che siamo la generazione dei Millenials è bello poter vedere e sapere (oltre alle storie che già sappiamo) cosa è successo quando i nostri genitori erano giovani,  tramite la moda italiana e i grandi stilisti che ne hanno fanno un marchio distinto in tutto il mondo. Voi l’avete già vista?

IL CAST 

Made-in-Italy-2

Finalmente sono tornata, dopo tanti mesi di assenza eccomi qui, ho deciso che cambierò un pochino l’impostazione del blog spero che le mie nuove idee vi piacciano. Come prima cosa vi voglio raccontare del mio viaggio a Napoli fatto a Luglio, che dire era la mia prima volta, sono stata ospite dalla famiglia del mio fidanzato quindi ho potuto respirare l’accoglienza del posto. Ho fatto 15 giorni di cibo no stop e  che cibo ma con il mio fidanzato ero stata chiara, Capri e Amalfi erano d’obbligo.

Capri mi ha rapito il cuore e spero di tornarci presto, l’ho sempre vista tramite foto e le mie aspettative erano alte… sono state ampiamente rispettate. Amalfi che dire… anche li, posti da mozzare il fiato la natura è qualcosa di spettacolare, per non parlare dei famosi limoni di Amalfi. Purtroppo Positano non lo abbiamo visitato quindi motivo in più di tornarci l’anno prossimo!! avete mai visitato Napoli?

dav

dav

dav

sdr   Capri

dav

Ultimo giorno, alla ricerca della spiaggia perfetta (Costiera Amalfitana)